29/11/2013

Agenzia Nazionale Giovani


L’Agenzia Nazionale Giovani è senza Direttore da cinque mesi.


L’Agenzia Nazionale Giovani (ANG) è un ente di diritto pubblico, vigilata dal Governo italiano e dalla Commissione Europea, creata per gestire, nel nostro Paese, il programma comunitario “Gioventù in Azione”.


Compito dell’Agenzia è promuovere la cittadinanza attiva dei giovani in ambito nazionale ed europeo, la solidarietà e l’integrazione culturale, la mobilità transnazionale, il sostegno alle organizzazioni e alle politiche nel settore della gioventù.


Di fatto l’Agenzia Nazionale Giovani è priva del suo organo decisionale.


Una vacatio che ha determinato un rallentamento delle attività dell’Agenzia, peraltro proprio in vista della scadenza del programma “Gioventù in Azione” e dell’avvio del nuovo programma europeo “Erasmus plus”. La situazione determinatasi si traduce in un grave disservizio, ossia l’impossibilità per l’Agenzia di stipulare i contratti, in assenza di potere di firma, relativi all’avvio dei progetti già approvati e per i quali sono state stanziate, dunque già disponibili, le risorse economiche europee. Ciò che dobbiamo assolutamente scongiurare è la perdita dei finanziamenti europei che, nel perdurare di questa situazione di stallo, potrebbero addirittura ritornare al mittente.


L’Italia è quasi sempre in ritardo rispetto agli altri paesi Europei nell’andare a prendere i fondi che le spettano. Ciò riguarda non soltanto le misure per i giovani, ma tutti gli ambiti e le diverse categorie economiche. Nonostante la crisi, l'Italia è riuscita a spendere solo il 60% delle risorse messe a disposizione dall'Unione Europea nel corso del 2013.


Il ritardo nella nomina del Direttore dell’ANG rappresenta un segnale negativo da parte di un Governo che ha fatto dei giovani il pilastro del proprio programma di lavoro.