21/11/2013

L’INCIVILTA’ DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE



E’ stata resa nota la sentenza del Tribunale di Milano che esaminando il ricorso presentato da alcuni giovani stranieri ha ribadito che il SCN deve essere aperto anche ai cittadini stranieri da tempo residenti nel nostro Paese.


L’ordinanza di fatto modifica il bando nella parte in cui prevede il requisito della cittadinanza consentendo l'accesso anche agli stranieri soggiornanti regolarmente in Italia e di fissare un termine non inferiore a dieci giorni dalla data di comunicazione del provvedimento per la presentazione delle ulteriori domande di ammissione.


Bisognerà adesso aspettare l’UNSC per avere indicazioni.
Non appena avremo ulteriori notizie sulla tematica dell’apertura agli stranieri dei SCN vi terremo aggiornati.




In allegato il comunicato stampa redatto da ARCI Servizio Civile assieme ad ARCI, l’associazione socia particolarmente presente nel campo dell’immigrazione.