11/7/2013

GIOVANI PROTAGONISTI con ARCI Servizio Civile


ARCI Servizio Civile è la più grande associazione italiana no-profit dedicata esclusivamente al servizio civile che, con l’approvazione della legge 64 del 6 marzo 2011 che ha disposto “l’istituzione del Servizio Civile Nazionale”, mette a disposizione dei giovani dai 18 ai 28 anni l’opportunità di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno nell’ambito della promozione di una cultura di pace e solidarietà, di educazione e promozione culturale e alla pratica sportiva, di salvaguardia e tutela dell’ambiente.


ARCI Servizio Civile nel Friuli Venezia Giulia opera di fatto dal 1998, anche se già dal 1981 abilitata all’impiego di obiettori di coscienza ed ha visto in tutti questi anni impegnati centinaia di giovani contribuire all’esperienza di partecipazione attiva e responsabile allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.


Dal 1° gennaio 2005, con la sospensione della Leva obbligatoria il Servizio Civile Nazionale può essere scelto da tutti, ragazzi e ragazze con età compresa tra i 18 e i 28 anni. Scelta è la parola chiave del Servizio Civile Nazionale. Si tratta infatti della scelta di dedicare un anno ad un impegno per la solidarietà sociale. Un impegno che, secondo le proprie attitudini può riguardare diversi settori: assistenza, protezione civile, ambiente, promozione culturale, servizio civile all'estero


Iniziato positivamente, dal 2007 a oggi però i fondi per il Servizio Civile Nazionale si sono polverizzati: da 296 milioni si è passati a 68,8 milioni nel 2012, meno di un quarto. Tanto che l'anno scorso il bando è stato perfino soppresso. Una circostanza incredibilmente denunciata solo dalla Repubblica degli Stagisti e ripresa poi da pochissime testate, quasi che denunciare questa soppressione fosse un tabù. Eppure il bando del servizio civile è una cosa importante, che decine di migliaia di giovani italiani attendono impazientemente da un anno all’altro.


Ebbene, anche per il 2013 le notizie su questo fronte non sono buone. Dopo l'anno «saltato», infatti, vi era stata la promessa che il bando 2013 sarebbe uscito in primavera. Invece non è così: l'uscita è stata rimandata di altri cinque mesi e avverrà a settembre, salvo miracoli. Lo conferma alla Repubblica degli Stagisti Raffaelle De Cicco, direttore del coordinamento nazionale del servizio civile: colpa delle Regioni, afferma, “in ritardo su questioni di ordine tecnico”.


Oltre al nodo della proroga, la situazione non è neppure destinata a migliorare sul fronte degli stanziamenti: secondo le previsioni si avranno 61 milioni nel 2013, 76 nel 2014 e 77 nel 2015


Le principali vittime di questa ghigliottina sono i giovani, le persone e i beni pubblici che beneficiano del loro servizio. Eppure il servizio civile, che ha un bilancio 15 volte più piccolo di quello del servizio militare, viene mortificato da continui tagli che ne mettono a repentaglio l’esistenza stessa


Nonostante ogni anno circa 100.000 giovani chiedono di prestare servizio civile, assistiamo al momento più drammatico della storia del servizio civile nel più complice disinteresse delle istituzioni.


A dispetto di ciò ARCI Servizio Civile per l’attitudine alla condivisione di esperienze in forme organizzate, per una consuetudine con il mondo del volontariato, per l’interesse per la politica e per la spinta formativa del servizio civile, continuerà nella promozione della pace e della cittadinanza attiva.


La Regione Friuli Venezia Giulia ha, nonostante i tagli nazionali, comunque istituito con la LR 11/07 il Servizio Civile Solidale rivolto a giovani di 16-17 anni


In quest’ambito il 15 luglio 2013 inizieranno il servizio civile solidale 22 giovani in quattro progetti, 3 a Trieste (con sede all’ARCI Servizio Civile in Via F.Severo 31) e 1 nella Pedemontana Pordenonese (con sede nella Fattoria Didattica “Il Girasole” a Pinzano al Tagliamento) dove parteciperanno all’organizzazione e gestione di iniziative sportive, ambientali e culturali e svolgeranno attività nel campo della comunicazione riguardanti il mondo giovanile. A tal fine seguiranno un percorso formativo grazie agli operatori esperti di ASC con l’obiettivo di aumentare le loro competenze in particolare su argomenti come grafica, fotografia, informatica.


L’impegno dei giovani sarà di 360 ore distribuite nell’arco dell’anno ed è previsto un riconoscimento economico.


ARCI Servizio Civile, nell’ambito dell’iniziativa TRIESTE on SIGHT che si è tenuta da aprile a giugno 2013, ha presentato i progetti e illustrato le iniziative che vedranno principali attori i giovani che prenderanno servizio il 15 luglio.


La manifestazione TRIESTE on SIGHT, finita in archivio, nata da momenti di confronto all’interno del variegato mondo di ARCI Servizio Civile, più di una rassegna, di un festival o di un semplice insieme di iniziative, ha voluto manifestare concretamente lo spirito, l’entusiasmo e i talenti di una città in trasformazione, in cui i giovani sono i protagonisti.


TRIESTE on SIGHT è stata un’occasione di incontro con esperti, professionisti, artisti e momenti di confronto fra le generazioni, interessanti per i giovani di ogni età.


TRIESTE on SIGHT è stata una città per i giovani da vivere attraverso eventi, meeting, appuntamenti sportivi, laboratori creativi, performance, installazioni, spettacoli teatrali, aperitivi a cielo aperto e tanta, tanta musica di alto livello.