21/2/2016

CONTAMIN-AZIONI

L' Europa, ruolo e prospettive


Si è tenuto martedì 23 febbraio, come sempre al Polo di Aggregazione Giovanile “Toti”, il secondo appuntamento di Contamin-azioni, la proposta di ARCI Servizio Civile in coorganizzazione con il Comune di Trieste, Area Educazione, che vede impegnati i giovani, nello spirito di cittadinanza attiva e di partecipazione, su temi come il benessere sociale, la cooperazione, l'associazionismo, la pace e la solidarietà.


Argomento dell'incontro la non facile questione dell'Europa, delle sue prospettive e del suo ruolo. Ospite della serata, Giorgio Rossetti, europarlamentare per dieci anni a partire dal 1984 e ora presidente dell'Associazione Dialoghi Europei, affiancato da Simone Firmani, collaboratore di RadioinCorso, webradio dell'Università degli studi di Trieste.


A partire dalle esperienze concrete dei giovani presenti – i programmi di scambio con altri paesi, i viaggi all'estero, il vissuto quotidiano di ognuno – sono emerse le modalità con cui l'Europa è già presente nelle nostre vite, qui ed ora, attraverso quelle differenze che ne arricchiscono la sua dimensione con una pluralità di voci, lingue, visioni del mondo. Come ha testimoniato una ragazza, “non basta visitare qualche monumento, per capire un paese”.


Così l'Europa non si può ridurre ad un'istituzione, o ad un trattato: c'è dell'altro, costituito per esempio dei milioni di studenti che partecipano al programma erasmus, fino alla storia e alle speranze che attorno all'Europa hanno trovato una loro risposta. La pace, dopo decenni di guerre. Un'esperienza condivisa, oltre gli egoismi nazionali. La libertà di circolazione, dopo i muri e le barriere.


Ma, oltre a questo, Giorgio Rossetti ha toccato le contraddizioni e i nodi ancora irrisolti attorno ad un'architettura comunitaria fragile e spesso percepita come “lontana”. Stimolato da vari interventi – sulla natura spesso elitaria della macchina europea, sulla sua incapicità di rispondere dignitosamente alla questione dei migranti, sulla mancanza di fermezza riguardo ai temi ambientali, sull'apparente assenza di spazi per riformare le sue istituzioni – l'ex europarlamentare ha cercato di mostrare le esperienze positive e le opportunità che sempre si generano di fronte ai problemi epocali che ci troviamo ad affrontare.


Senza dimenticare il tema degli equilibri, non solo interni, ma anche esterni, in un contesto sempre più convulso di globalizzazione, che faticosamente si tratta di cercare e trovare. Con una sola possibile direzione: quella di credere e lavorare per una partecipazione sempre più attiva nella vita democratica dell'Europa.




CONTAMIN-AZIONI prosegue ora martedì 8 marzo, con la presentazione del progetto didattico “Scampare la guerra. Laboratori storici e di cinema d’animazione” a cura della Cooperativa Sociale La Collina. L’iniziativa, articolata in diverse tappe, ha aiutato gli studenti di diverse scuole della Provincia ad approfondire tematiche inerenti alla Grande Guerra con visite nei luoghi della memoria, laboratori storici e rielaborazione finale dei contenuti in filmati ideati e realizzati direttamente da loro.


CONTAMIN-AZIONI ritornerà, sempre al Polo di Aggregazione Giovanile “Toti” - via del Castello 1/3 a S.Giusto, martedì 12 aprile e il 10 maggio per terminare il 14 giugno 2016.