27/2/2016

ARCI Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia all'estero

report mensile da Fiume e Capodistria



Febbraio si sta rivelando un mese molto importante nel percorso di Servizio Civile dei quattro giovani coinvolti nel progetto Culture e Minoranze dell’area Istro-Quarnerina, che si svolge presso gli uffici dell’Unione Italiana in Slovenia e in Croazia.


A Capodistria, sede dell’ufficio Europa, Cristina e Lorenzo stanno affrontando la stesura delle schede progettuali in vista delle prime "call" di bandi europei. Si tratta di un momento significativo soprattutto per la concreta possibilità di affrontare nella pratica quanto appreso durante i primi mesi di formazione e studio.


Assieme alla progettazione europea i ragazzi hanno inoltre la possibilità di partecipare attivamente alla vita culturale della comunità italiana del litorale sloveno. Redazione di articoli, interviste, produzione di artefatti audiovisivi sono solo alcune delle attività che impegnano la loro giornata, non solo durante l’orario di lavoro.

Al palazzo Modello di Fiume, domicilio del quartier generale dell’Unione, Federico e Riccardo si occupano invece di comunicazione e progettazione culturale.


Attraverso la redazione e la gestione di una newsletter digitale, i volontari divulgano settimanalmente ai connazionali non solo gli aggiornamenti relativi agli organi di gestione ma anche le notizie delle innumerevoli attività culturali organizzate dalle 51 Comunità degli Italiani presenti in Croazia e Slovenia.


Tali attività, in particolare gli spettacoli del Dramma italiano di Fiume, all’interno del Teatro Nazionale Croato, sono appuntamenti ai quali i volontari partecipano ormai con regolarità.