27/1/2016

TRE PETIZIONI

PER IL NOSTRO TERRITORIO



Alle volte un semplice firma può produrre enormi cambiamenti alla nostra società, al nostro territorio, alla nostra vita di tutti i giorni. Basta pensare alle campagne referendarie sul divorzio, sulla caccia, sull'aborto, sull'ergastolo solo per citarne alcuni, quali cambiamenti radicali hanno prodotto nella nostra società.

Ora alcune organizzazioni ambientaliste e fra queste LegAmbiente chiedono di dedicare 5 minuti per firmare tre petizioni a salvaguardia del nostro territorio.


"SALVIAMO L'ISONZO": una richiesta alle autorità Italiane e Slovene di gestire in maniera congiunta ed ecosostenibile il fiume Isonzo e di impedire nuove dighe e centrali idroelettriche.


"NO ALLA RAPINA IDROLETTRICA": una recente modifica alla normativa regionale permette di costruire centraline idroelettriche anche su piccolissimi corsi d'acqua montani, con vantaggi nulli dal punto di vista energetico ma non trascurabili impatti ambientali.


"NO ALLA CACCIA ILLEGALE" per chiedere alla Regione FVG di applicare correttamente la legge sulla caccia, che una recente sentenza del TAR ha reputato fortemente difforme dalle norme comunitarie e nazionali.


info: legambientefvg.it