3/12/2015

ARCI Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia all'estero

DICEMBRE a Fiume e Capodistria


Da Fiume, Riccardo e Federico


Le giornate di Federico e Riccardo procedono, oltre il consueto lavoro d'ufficio concentrato sulle attività di comunicazione e di progettazione europea, con la partecipazione agli eventi culturali organizzati dall'Unione Italiana e ad altre attività, quali visite alle Comunità degli Italiani sul territorio e riunioni programmatiche.

Inoltre, un nuovo incontro formativo ha impegnato i ragazzi a Capodistria, assieme ai colleghi dell'Ufficio Europa, al fine di coordinare la progettazione europea, in seguito alla recente uscita dei bandi definitivi dei Programmi europei Italia-Slovenia e Italia-Croazia.

Infine, i giovani hanno rilasciato un'intervista per la rivista Panorama Giovani, allegato de La Voce del Popolo, il giornale della comunità italiana, dove sono stati chiamati a raccontare la loro esperienza di Servizio Civile all'Estero e le loro impressioni sull'ambiente di lavoro e sulla vita nella città di Fiume.


Da Capodistria, Cristina e Lorenzo


Un inizio dell'anno davvero interessante per noi.

Iniziamo con un'iniziativa importante dell'Unione Italiana, ente presso cui prestiamo servizio. Il 7 gennaio, presso il valico confinario di Dragogna, è stata organizzata una marcia per la pace per chiedere la rimozione del filo spinato che divide l'Istria.

Anche noi abbiamo partecipato con lo stesso spirito che contraddistingue anche il senso del nostro Servizio Civile all'Estero, contro l’imposizione di barriere che dividono e non coincidono con i valori dell’accoglienza, della pacifica convivenza e del dialogo interculturale.

Inoltre, il 21 gennaio, abbiamo avuto l'onore di conoscere il nuovo Ambasciatore d'Italia in Slovenia, Paolo Trichilo, appena insediatosi in visita ufficiale alla Comunità Nazionale Italiana. L'evento è stato ospitato a Capodistria, nei locali di Palazzo Pretorio, splendida sede del consiglio e degli uffici comunali.