21/1/2016

ALPI GIULIE CINEMA A TRIESTE

IL PROGRAMMA ORA PER ORA


Mercoledì 10 febbraio

Teatro Miela

(ingresso 5 € per tutte le proiezioni)

ore 18.00


ARTISTS ON JURASSES (Francia – 11')

Con i loro 1200 metri d'altezza e 1000 di ampiezza le Grande Jorasses sono cime mitiche per tutti i rocciatori e gli alpinisti, sia per la loro spettacolare bellezza, sia per la possibilità di risalire in tutte le stagioni.


THE LITTLE THINGS (USA – 47')

Un film che parla degli snowboarder e della vita ecosostenibile che svolgono, ispirati dalle montagne che li circondano.


JEFF LOWE'S METANOIA (USA – 84')

Metanoia è un termine che indica una revisione del proprio pensiero, un cambiamento di prospettiva. Nel vita di Jeff Lowe è divenuta il nome di una via aperta in solitaria sulla facciata nord dell'Eiger, risalendo la quale visse una profonda trasformazione interiore. Oggi una malattia degenerativa costringe Lowe a spostarsi in sedia a rotelle, ma non è riuscita a scalfire la forza che illumina ogni suo sguardo. La vita, gli amori, e le sue incredibili imprese rivivono in questo film grazie ai numerosi materiali d'archivio, alle testimonianze dei suoi compagni e alla voce di Jon Krakauer.


Ore 21.00


SOLO ESCALADA A LA VIDA (Spagna – 48')

Scalare una parete non significa unicamente compiere un gesto atletico, perchè scalare richiede anche, o soprattutto, una particolare tensione mentale e spirituale durante la quale possiamo confrontarci con le nostre paure più profonde e con il nostro rapporto con la vita. Questa è l'esperienza che Jordi Salas ricerca quando si arrampica senza ricorrere a nessun aiuto o protezione: uno controllo mentale totale capace di liberare la creatività e la felicità.



VALLEY UPRISING (USA – 98')

A partire dagli anni '50 le cime della Yosemite Valley sono diventate uno dei centri nevralgici della controcultura americana. Beatnicks e vagabondi vi trovarono la scenografia ideale per uno stile di vita fieramente opposto al consumismo, praticando l'arrampicata come sintesi perfetta di libertà e tensione verso l'assoluto. Fu luogo di grandi sfide tra modi diversi di concepire le scalate, tra la società borghese e la ricerca della libertà, ma soprattutto fu il luogo della sfida con se stessi. Valley Uprising ripercorre cinquanta anni di sfide alla legge di gravità avvalendosi di eccezionali materiali d'archivio e di una colonna sonora trascinante, regalando momenti di pura gioia.


Giovedì 17 febbraio

Teatro Miela

(ingresso 5 € per tutte le proiezioni)

HELLS BELLS


Dal 2012 si tiene, in collaborazione con la Commissione Grotte Eugenio Boegan Società Alpina delle Giulie, Sezione CAI di Trieste, HELLS BELLS Speleo Award. Ultimo nato della famiglia Alpi Giulie Cinema il concorso è dedicato specificamente a documentari, reportages e fiction di speleologia: girati dunque nel complesso e molto poco sconosciuto mondo ipogeo. Una intera giornata dedicata alla speleologia. Premiazioni ore 20.30.





foto di
Thomas De Marchi

Ore 18.00


Hydrokarst (21')

cooperazione territoriale europea-programma per la cooperazione trasfrontaliera (Italia/Slovenia)

Diversamente Speleo 2014, Bus della Rana (5'30”)


Water Cycle (4'50”) regia: Ciril Mlinar Cic (Slovenia)


Pozzo Mattioli (3'56”) regia: Alessandro Mosetti-F.S.R.-F.S.T. (Italia)


Storia di un sogno e di acqua “Progetto Grande Poiz”


Los Guardianes del Arbol (8'15”) regia: Vittorio Crobu-TEAM LA VENTA (Italia/Messico)


Verso i Tepui inesplorati del Venezuela (10'39”) regia: Vittorio Crobu-TEAM LA VENTA (Italia)


Ore 21.00


Abisso Davor-Rami Marco Aurelio (8'30”) regia: Spartaco Savio-C.G.E.B. (Italia)

Auyan 2014 campo avanzato (13'14”) regia: Vittorio Crobu-TEAM LA VENTA (Italia)

Renè 2014 (10'33”) regia: Luca Stopar (Slovenia)

BC4-Mala Boka (17.30) regia: Davide Antonini/Alberto dal Maso (Italia)

“In ricordo di Icaro”: Sotto la giungla il fiume-1996 (30'59”) regia: Andrea Gobetti/Claudio Norza (Italia)

Giovedì 24 febbraio

Bar Libreria Knulp

(ingresso libero)

dalle ore 18.00 alle 23.00


Il Premio, riservato alle produzioni cinematografiche di autori originari delle regioni alpine del Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Carinzia dedicate alla montagna (sport, cultura e ambiente) verrà consegnato al Bar Libreria Knulp quando verranno proiettate le produzioni premiate dalla giuria, formata da autorevoli operatori nel campo della comunicazione, della cultura ed esperti della montagna. Il nome del premio richiama il fiore alpino immaginario cercato per una vita dal grande pioniere delle Alpi Giulie, Julius Kugy. Un artista scelto nell'ambito regionale interpreta questo fiore che costituisce il principale riconoscimento del concorso. Il Premio è giunto alla ventiduesima edizione.


Premiazioni ore 20.30.


Sono pervenuti i seguenti film: Ride trip and fun (FVG), Timavo e il fiume invisibile (FVG), Yggdrasill (FVG), Attraverso le carniche (FVG), Why (Slovenia), Guerra in montagna (FVG), Gringo esquiador (FVG), Fuga in alta quota (FVG), Himalajska Zgodba (Slovenia), Na Poti z Markom Prezlejm (Slovenia), Ritorno al Mesolitico (FVG), Liberi di scegliere (FVG).