29/10/2015

Alpi Giulie Cinema: genti & montagne


Nel 2015, come noto, si celebra il centenario dell'entrata in guerra della nostra nazione, nel più devastante e sanguinoso conflitto della storia. La prima guerra mondiale fu combattuta anche sulle montagne, lungo il confine naturale dell'arco Alpino Orientale, che ancora ne porta intatte le profonde cicatrici, divenute in molti luoghi della montagna attrazione culturale e turistica; in moltissime altre dramma nascosto tutto ancora da riesplorare.

È inevitabile, per una associazione culturale come MONTE ANALOGO che si occupa di montagna, ricordare in qualche modo le persone, di molte nazioni diverse, ma spesso della stessa con due divise diverse, che hanno vissuto e lottato tre lunghi anni in condizioni disumane alle volte non lontani dai tremila metri di quota. In questa edizione autunnale della ormai tradizionale rassegna triestina di cinema intitolata Genti e Montagne, viene dedicato agli uomini del conflitto mondiale due serate nelle suggestive cornici del museo Revoltella a Trieste e del museo forestale di Basovizza, con due importanti ospiti:
l'alpinista, scrittore e regista bresciano Marco Preti e l'alpinista e storico triestino Roberto Todero.

Sempre in tema di donne e uomini dei monti, del passato e dei giorni nostri, la rassegna continua fino a dicembre nell'accogliente salotto di ritrovo culturale bar libreria Knulp; tutto ad ingresso gratuito!



Di seguito il programma del mese di novembre:



Lunedì 9 novembre Auditorium Civico Museo Revoltella
Ore 18.00


La Grande Guerra sui ghiacci – Incontro con Marco Preti. Presentazione del libro “Il ghiacciaio di nessuno” con documentari sugli eventi bellici nel gruppo montuoso dell'Adamello.



Lunedì 16 novembre Centro Didattico Naturalistico Basovizza
Ore 18.00


La Grande Guerra sui monti - Incontro con Roberto Todero. Proiezione del film Vie di pace (Italia – 2012) 38', regia: Samantha Faccio e altri documentari.

Alle ore 17.00 si svolgerà a cura del Corpo forestale regionale una visita guidata alle mostre naturalistiche realizzate all’interno del Centro.


Mercoledì 25 novembre Bar Libreria Knulp
Ore 18.00


L'alpinista (Italia – 2014) 48', regia: Natale Fabio Mancari, Giacomo Piumatti
Agostino Gazzera, detto Gustin, era un operaio della Fiat innamorato dell'alpinismo, che negli anni Cinquanta sognava di percorrere le vie di montagne aperte da alpinisti leggendari come Cassin, Boccalatte e Gervasutti. Oggi Gustin ha conquistato tutte quelle vette, dal Monviso al Cervino fino “all'università dell'alpinismo”, il Monte Bianco, senza mai dimenticare il mondo da cui proveniva.




Ore 20.30


Ninì (Italia – 2014) 65', regia: Gigi Giustiniani

Nell'estate del 1932 Gabriele Boccalatte e Ninì Pietrasanta si incontrano sul Monte Bianco, scalano insieme, si innamorano.

Da allora fino al 1936, l'anno in cui si sposano, vivono la loro grande stagione alpinistica e aprono, come compagni di cordata, alcune delle via più difficili delle Alpi. Per tenere traccia delle loro imprese iniziano a scrivere diari e a fare fotografie.

Ninì, una delle pochissime donne alpiniste in quegli anni, porta con sé in parete anche una cinepresa. Nel 1937 nasce il loro figlio Lorenzo, nel 1938 Gabriele muore cadendo da una parete e Ninì abbandona l'alpinismo estremo.

Qualche anno dopo la sua morte (2000) il figlio ritrova in un baule le immagini girate dalla madre. Genziana d'Oro per il miglior film di alpinismo 63° Trento Film Festival. Presente in sala: Daniele Ietri (produttore)



La rassegna proseguirà sempre al Knulp mercoledì 2 e 9 dicembre con doppie proiezioni: ore 18.00 e ore 20.30. info: www.monteanalogo.net

La rassegna si tiene grazie alla partecipazione del Comune di Trieste, con il patrocinio della Provincia di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia e la collaborazione di ARCI Servizio Civile (le prime due giornate fanno parte del percorso di formazione dei volontari), Cooperativa Bonawentura e Knulp.