14/9/2015

ARCI Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia all'estero

Slovenia e Croazia


Il primo report dei quattro volontari di ARCI Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia con sede a Capodistria – Koper (Slovenia) e Fiume – Rjieka (Croazia) nell'ambito del progetto "CULTURA E MINORANZE: promozione e valorizzazione della cultura minoritaria nell'area Istro Quarnerina.

I quattro volontari, provenienti da Treviso, Caltanissetta, Ravenna e Roma, hanno iniziato il 1° luglio 2015 il servizio civile a Trieste per i primi due mesi partecipando ai corsi di formazione previsti e collaborando all'iniziativa "Trieste on Sight – esperimenti di cittadinanza" per poi, dal 1° settembre, essere accolti nelle due sedi all'estero.

La manifestazione “Confini in gioco” è un torneo internazionale di pallavolo che si svolge ogni anno e che coinvolge tre Paesi: Italia (Pinzano al Tagliamento – PN), Austria (Ossiach) e Croazia (Pola). Abbiamo preso parte all'appuntamento finale di questa iniziativa a Pola, felici di dare il nostro contributo alle attività e di visitare questa splendida zona dell'Istria, Pola e l'Isola dei Frati. In quei giorni si svolgevano, in contemporanea, anche le “Giornate delle Comunità Nazionali Italiane”, il cui organo rappresentativo (l'Unione Italiana) è la sede presso cui prestiamo servizio civile.

Domenica 6/09/2015 eravamo tra le file dell'incontro organizzato dall'Unione Italiana e l'Università Popolare di Trieste, intitolato “Giovani, creatività e comunità". Al dibattito ha preso parte anche Renzo Arbore che la sera prima, insieme alla sua Orchestra italiana, era stato protagonista di un concerto a detta di tutti i partecipanti "magico e straordinario". I vari relatori hanno spiegato cosa si debba intendere per creatività e perché risulta importante favorirla tra i giovani, soprattutto a livello formativo e in termini di oppurtunità e libertà d'azione.Si è quindi posto l'accento sulla necessità di comportamenti creativi e sul valore del pensiero divergente, capaci di creare idee e alternative dal valore sociale rilevante. Per le Comunità Nazionali dell'Istria, sembra essere fondamentale dare spazio ai giovani e ancor più dare loro luoghi concreti. Questo è quello che si impegna a fare, come afferma Maurizio Tremul, Presidente della Giunta, l'Unione Italiana, tramite le numerosissime iniziative e istituzioni culturali e creative.

Poter essere presenti, sia a "Confini in gioco", sia all'iniziativa presso il Circolo degli italiani, è stata per noi un occasione unica per conoscere la situazione transfrontaliera e multiculturale che rendono questa parte d'Europa tra le più interessanti, sia in termini di dialogo e partecipazione attiva delle minoranze, sia per la straordinaria varietà culturale, che giocoforza stimola e promuove la coesistenza pacifica alla ricerca di modelli possibili per l'integrazione di più culture, lingue, nazionalità.

Cristina, Lorenzo, Federico e Riccardo
ARCI Servizio Civile Friuli Venezia Giulia