25/7/2014

VIII Settimana Internazionale della Memoria





Si terrà dal 23 al 30 agosto 2014 a Tuzla, Srebrenica e Sarajevo la Settimana Internazionale della Memoria organizzata dalla Fondazione Alexander Langer Stiftung.


Giunta all’ottava edizione la Settimana si è sempre più configurata come una “cornice di garanzia” entro la quale si sono sviluppate le attività del gruppo Adopt Srebrenica, rivolte al tentativo di ricostruire il tessuto connettivo di una comunità devastata dalla guerra degli anni novanta.


Per questa edizione il viaggio è strutturato su due binari che prevedono attività rivolte sia a coloro che vengono in Bosnia-Erzegovina per la prima volta, sia a coloro che hanno già partecipato alle attività della Settimana Internazionale negli anni precedenti. Nell’ambito del “viaggio di conoscenza” sono previste visite al Centro di Identificazione di Tuzla, al tunnel di Sarajevo, al Museo della Resistenza di Sarajevo e a luoghi di interesse storico in tutte le città toccate dalla Settimana Internazionale.


Allo stesso tempo, verranno proposte di attività di approfondimento rivolte a tutti su tematiche specifiche:


• un ciclo di incontri in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Primo Levi di Torino. A Tuzla si terrà il convegno pubblico “Primo Levi fra esperienza e memoria del lager” (23 / 08). Gli incontri proseguiranno a Srebrenica e a Sarajevo sul tema “Dignità e vergogna: la riflessione di Primo Levi sull'esperienza di deportati e sopravvissuti” e coinvolgeranno partecipanti e organizzazioni locali;


• un incontro-tavola rotonda con i plenum cittadini di Tuzla costituitisi in seguito alle proteste di febbraio 2014 (24 / 08), per discutere insieme a loro di politiche partecipative e possibili modelli di riforma istituzionale;


• la visita al Memoriale di Potočari (26 / 08) costituisce un punto fermo della Settimana Internazionale e coinvolge tutti i partecipanti;


• la presentazione a Srebrenica del Premio Carlo Scarpa per il Giardino (27 / 08) assegnato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche al progetto di coltivazione del grano saraceno dei villaggi di Osmače e Brežani (Municipalità di Srebrenica);
la presentazione sarà seguita da un incontro-tavola rotonda sul tema del ritorno “Best-practices e prospettive per il futuro” che coinvolgerà ONG e realtà locali (28 / 08);


• in occasione del centenario dello scoppio della Prima guerra mondiale, a Sarajevo (29 / 08) si terrà l’incontro pubblico “Terre di confine e identità plurali”, sul tema delle identità nazionali nei territori di confine, che successivamente alla fine della prima guerra mondiale si sono confrontati con problematiche di gestione delle pluralità identitarie (etnica, linguistica, nazionale, religiosa).


Come sempre, ampio spazio verrà dedicato ai momenti di rielaborazione che seguono gli incontri con i protagonisti e i testimoni bosniaci e le visite.
Il rientro in Italia è previsto per il 31 agosto in mattinata.


All’iniziativa parteciperanno, grazie al Comune di Trieste, due giovani della Consulta ARCI Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia.


Informazioni:
friuliveneziagiulia@ascmail.it
(+39) 040 761683
(+39) 335 5279319