SI E' CONCLUSO TRIESTE ON SIGHT 2017! 

28-07-2017


...ed è arrivato anche quest'anno il tempo dei bilanci per Trieste on Sight, il Festival di ARCI Servizio Civile e #MaiDireMai#NikoliRečiNikoli giunto alla quinta edizione che si è concluso domenica 2 luglio all'Ostello di Campo Sacro sul carso triestino, dopo tre intense giornate. “Esperimenti di cittadinanza” era il titolo che gli avevamo dato: una scommessa sul nostro futuro, sulle nostre comunità, sull'esperienza complessiva di cittadinanza. Ci eravamo proposti di creare un ambiente favorevole allo scambio di conoscenze tra i numerosi giovani (e non solo!) che in questi anni abbiamo incrociato lungo la strada comune di ARCI Servizio Civile, le componenti vive delle nostre società, del terzo settore, dell'impegno sociale. Quando presentammo quest'edizione lo dicemmo fin da subito: l'obiettivo è far emergere – prima ancora che costruire - l'immenso patrimonio di esperienze che già vengono praticate quotidianamente, spesso sottotraccia, anche a partire dall'impegno in Servizio Civile di tanti giovani della nostra regione.

Nonostante tutto – la pioggia, l'assenza delle istituzioni, le difficoltà che ogni manifestazione di questo genere comporta – chiudiamo un'esperienza di grande intensità. Tre giornate costruite sul racconto di saperi, linguaggi, esperienze, dentro il “Villaggio” creato per l'occasione. A partire dai focus, che hanno indagato l'aggregazione e il protagonismo dei giovani, il tema del Servizio Civile Universale e dell'esperienza reale dei volontari, le migrazioni e le nuove comunità che si formano nelle nostre città. Grande spazio anche ai laboratori: dallo yoga alla comunicazione interpersonale, passando per l'arte delle creazioni, fino agli intensi momenti di “Una giornata con Faber” (intenso e partecipato laboratorio sulla musica d'autore con il cantautore genovese Federico Sirianni, affiancato da Luca Salvo e Giorgio Olmoti), “Dietro di me” su bullismo, post verità e molto altro, il laboratorio sull'informazione ai tempi dei social network, il confronto sull'alimentazione. E ancora giochi, sport, escursioni, socialità, cucina (serba e messicana). Non poteva mancare la musica sul palco di Trieste on Sight: a farci cantare e ballare c'erano i 3 Prašički/3Porcellini, Drunken Sailors, Federico Sirianni e i Tiresia's Folk Band.

Libertà è partecipazione” risuonava a un certo punto tra i luoghi del villaggio: abbiamo voluto interpretarla così, come una comunità in movimento con ancora tante cose da dire.