ASC in Croazia e Slovenia con l'Unione Italiana

02-03-2017


Il report di febbraio dei volontari

Fiume Da ormai più di tre mesi siamo arrivati a Fiume, su un totale di nove che passeremo nella città croata. Un terzo quindi della nostra permanenza all’estero nell’ambito del SCN è già passato e possiamo tirare le prime somme: riteniamo entrambi l’esperienza altamente formativa e un modo molto efficace per crescere da un punto di vista personale.

Questo mese oltre alla stesura della newsletter settimanale e alle attività ormai diventate di routine, abbiamo partecipato all’Assemblea dell’Unione Italiana tenutasi a Pola, durante la quale abbiamo capito un po’ meglio i meccanismi e le dinamiche interne all’organizzazione e in generale il funzionamento di organi simili. E’ stato molto interessante notare le similitudini con il parlamento nazionale tra cui anche l’esistenza di due o più gruppi all’interno dell’assemblea, almeno uno di maggioranza e uno di opposizione, l’esistenza di un organo facente le stesse funzioni del “governo”, una figura comparabile al Presidente della Repubblica e così via.

In particolare abbiamo assistito all’elezione del “consiglio dei garanti”, a tutte le procedure anteriori e posteriori necessarie per ratificare voti e risultati e all’approvazione del bilancio previsionale per il 2017.

Nei prossimi giorni, la nostra maggiore attività sarà la progettazione della digitalizzazione dell’archivio dell’unione.

 Capodistria Prosegue la nostra esperienza di Servizio Civile all’ufficio Europa di Capodistria. Abbiamo recentemente preso parte all’Assemblea ordinaria dell’Unione Italiana in cui siamo entrati in contatto ancora una volta con la realtà della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia e Croazia. Abbiamo partecipato, inoltre, a diversi tavoli di lavoro e giornate informative riguardanti i progetti europei e l’imminente apertura del bando Italia-Croazia. Rimanendo nello stesso ambito, abbiamo recentemente iniziato un corso di formazione organizzato dall'Unione Italiana per “Project Management” e per “Esperto nella preparazione, realizzazione e rendicontazione nel campo della Progettazione Europea”.