XV Assemblea Nazionale di ARCI Servizio Civile

31-01-2017


 

La XV Assemblea Nazionale di ARCI Servizio Civile si è tenuta a Roma nelle giornate di giovedì 19 e venerdì 20 gennaio 2017. Il tema del congresso, “Azioni di pace: sfida alla tradizione”, è stato il filo conduttore delle due giornate che sono state anche l'occasione per festeggiare i 30 anni di vita dell'Associazione. Gli interventi e le discussioni si sono concentrate in particolar modo sul senso del servizio civile e sullo stato della Riforma che lo riguarda. Secondo le parole di Licio Palazzini, Presidente Nazionale di ARCI Servizio Civile, con l'Assemblea “è cresciuta la consapevolezza di essere associazione, con una nostra identità e storia e di essere titolari di una funzione rilevante nella attuazione del Servizio Civile Nazionale e nella costruzione del Servizio Civile Universale, terza generazione del servizio civile in Italia”.

All'assemblea hanno partecipato 217 persone delle quali 110 delegati dei 156 aventi diritto (rappresentanti delle sezioni territoriali di ASC e delle Associazioni socie) e più di cento invitati (volontari di Servizio Civile Nazionale e rappresentanti delle Istituzioni). Il Friuli Venezia Giulia era rappresentato da 7 delegati e due invitati: Giuliano Gelci, Presidente Regionale di ARCI Servizio Civile FVG; Costanza Iannone, Presidente di ARCI Servizio Civile Trieste; Mathieu Scialino, Presidente di ARCI Servizio Civile Udine; Andrea Fregonese, Presidente di ARCI Servizio Civile Pordenone; Davide Pittioni, Radioincorso; Chiara Manin, #MaiDireMai-NikoliRečiNikoli; Silvia Sartori, volontaria di Servizio Civile Nazionale; Beatrice Abbate, volontaria di Servizio Civile Nazionale; Matteo Sione, volontario di Servizio Civile Nazionale.

Il programma dei lavori della prima giornata prevedeva una sessione plenaria nella mattinata e dei gruppi di lavoro tematici nel pomeriggio. Il congresso è stato aperto con il breve intervento di Piera Frittelli, Direttore generale di ARCI Servizio Civile, che ha ripercorso la trentennale storia dell'associazione, presentando anche un video, e ha aperto i lavori dell'Assemblea.

In seguito, Licio Palazzini, Presidente Nazionale uscente di ARCI Servizio Civile, nella sua relazione introduttiva, ha espresso “la posizione di ASC sugli avvenimenti che caratterizzano il Servizio Civile e la sua funzione nel Paese” e ha indicato “le proposte per la costruzione del Servizio Civile Universale sulle quali lavorare nel prossimo mandato assembleare”. Palazzini si è soffermato sul ruolo fondamentale della nonviolenza che “chiama democrazia, libertà personale di esprimersi, di scegliere come realizzarsi […]. La nonviolenza, come valore di riferimento per vivere i conflitti, deve essere oggi, ancor di più che nel passato, il nostro modo di essere e di agire”. Nel tracciare poi un quadro del lavoro svolto da ARCI Servizio Civile, Palazzini ha ribadito i valori sui quali si fonda l'Associazione: “ASC fonda la sua identità sui valori laici dell'emancipazione, del progresso, della libertà di espressione, della pace”.

Nella conclusione della sua relazione introduttiva, Palazzini ha poi espresso gli impegni per il futuro: “Abbiamo la opportunità con l’anno di servizio civile universale di proporre ai giovani l’esercizio di quei valori. Di fare del Servizio Civile Universale una istituzione pubblica che educa i giovani a vivere in modo nonviolento i conflitti, a rinnovare dal basso la democrazia, indirizzando il potenziale giovanile ad una socialità ecologica e globale, svolgendo quindi una funzione politica”.

A seguito della relazioni introduttiva, si sono susseguiti i saluti e gli interventi di alcuni invitati e di alcuni delegati. Sono intervenuti: l'Onorevole Luigi Bobba, Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; il Consigliere Calogero Mauceri, Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale; Giovanni Bastianini, Presidente della Consulta Nazionale per il Servizio Civile; Francesca Chiavacci, Presidente Nazionale ARCI; Rossella Muroni, Presidente Nazionale Legambiente; Primo Di Blasio, Vice Presidente CNESC (Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile), Focsiv Volontari nel Mondo; Daniele Taurino, Movimento Nonviolento; Vincenzo Manco, Presidente Nazionale UISP.

Conclusi gli interventi, sono stati illustrati i tre gruppi di lavoro del pomeriggio: “Servizio Civile Universale e nuovi profili giovanili”, “Le risorse umane necessarie allo sviluppo di ARCI Servizio Civile nel Servizio Civile Universale” e “La progettazione all'Estero: Servizio Civile Europeo e Corpi Civili di Pace”. Il primo gruppo, “Servizio Civile Universale e nuovi profili giovanili”, al quale hanno partecipato quasi la metà dei presenti all'Assemblea e soprattutto volontari e volontarie del Servizio Civile, si declinava attraverso i seguenti punti: quali messaggi di invito al SCU, come raggiungere i giovani con minori possibilità, quali criteri di selezione adottare, il mondo associativo di ASC e il post servizio dei giovani, la partecipazione alla vita associativa di ASC e l'offerta programmatica del SCU.

Il secondo gruppo, “Le risorse umane necessarie allo sviluppo di ASC nel SCU”, ha discusso: le figure attuali (progettisti, selettori, RLEA, OLP, formatori) e sulle attuali risorse e sulla loro distribuzione territoriale; le nuove figure come il mentore (facilitatore all'emersione e alla comprensione delle competenze e mediatore fra i nuovi profili giovanili e le organizzazioni) e il diffusore dell'esperienza di Servizio Civile di ASC; le relazioni e le sinergie tra le figure consolidate e quelle nuove; le forme contrattuali per le figure; l'impatto delle risorse umane nell'evoluzione associativa e organizzativa delle ASC regionali e locali.

Il terzo gruppo, “La progettazione all'Estero: Servizio Civile Europeo e Corpi Civili di Pace”, ha invece analizzato lo stato dell'arte, in particolare i soggetti accreditati e la progettazione nel periodo 2012/2016, e le prospettive per il futuro riguardanti le organizzazioni e le reti associative, obiettivi, reti e progettazione nella dimensione europea e il contributo dei Corpi Civili di Pace. La giornata di lavori si è conclusa con lo spazio dedicato nella serata a uno spettacolo teatrale che ha ripercorso in maniera vivida e sentita la storia dell'obiezione di coscienza e del servizio civile.

La seconda giornata dell'Assemblea si è aperta con la presentazione delle relazioni sui risultati delle discussioni dei gruppi di lavoro della giornata precedente. A seguito delle presentazioni, è stata aperta la fase delle indicazioni programmatiche per gli organi dirigenti, nella quale sono intervenuti alcuni delegati e, per ultimo, Licio Palazzini, Presidente Nazionale uscente di ARCI Servizio Civile, che, sintetizzando gli elementi emersi nella giornata precedente e nelle presentazioni del lavoro dei gruppi, ha chiuso la sessione plenaria dell'Assemblea. Palazzini ha espresso "soddisfazione per quanto emerso dai lavori di questa XV Assemblea […]. Abbiamo idee, proposte condivise ed organismi: il modo migliore per iniziare il lavoro per sviluppare la "terza stagione" del servizio civile: quella del Servizio Civile Universale […]. Grazie anche all'operato dei Gruppi di Lavoro, che hanno affrontato i temi Rapporto con i giovani; Risorse umane necessarie e Servizio civile all'estero abbiamo un patrimonio molto ricco di indicazioni su cui lavorare".

Conclusasi l'Assemblea plenaria, i delegati si sono riuniti per l'elezione dei nuovi organi dirigenti e dei nuovi organi di controllo e garanzia. L'Assemblea Nazionale dei Delegati di ARCI Servizio Civile ha eletto il Consiglio Nazionale, composto dalle 5 associazioni socie (ARCI, ARCIRagazzi, Auser, Legambiente e Uisp) e dai presidenti dei 12 Comitati Regionali di ASC. ARCI Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia è quindi rappresentato da Giuliano Gelci. Il Consiglio Nazionale, immediatamente riunitosi, ha provveduto all'elezione del Presidente Licio Palazzini, il quale ha riconfermato il Direttore Generale Piera Frittelli e l'Amministratore Marta Grassi, il Collegio dei Revisori dei Conti e quello dei Garanti.

Al termine dei lavori i volontari e le volontarie di Servizio Civile presenti si sono riuniti in una piccola assemblea che ha discusso i temi trattati.