Nuovi cittadini di una città futura

05-03-2018


ARCI Servizio Civile è la più grande associazione italiana no-profit dedicata esclusivamente al servizio civile che mette a disposizione dei giovani dai 16 ai 28 anni l’opportunità di dedicare un anno della propria vita per conoscere se stessi, per crescere ed essere indipendenti, partecipare alla vita sociale, costruire le condizioni pratiche per la non violenza.

I progetti di ARCI Servizio Civile si occupano di promozione di una cultura di pace e solidarietà; organizzazione e gestione di iniziative sportive, ambientali e culturali; attività nel campo della comunicazione; diffusione della cultura della cittadinanza attiva; educazione alla legalità e alla progettazione partecipata; promozione del commercio equo-solidale; sviluppo di centri di aggregazione giovanile; cooperazione internazionale, ...

Attualmente in Friuli Venezia Giulia sono una sessantina i giovani che si confrontano su questi temi, elaborando idee e nuove proposte per le nostre società e dando libero spazio alla loro creatività, per comprendere, agire e costruire assieme la cittadinanza attiva che saranno capaci di immaginare.

La nostra Regione è caratterizzata storicamente come un luogo di emigrazioni e immigrazioni, fenomeni che hanno sedimentato nel suo contesto sociale diverse comunità ben integrate, e che oggi si trova ad affrontare nuove ondate migratorie, comunemente trattate come un’emergenza e che invece hanno un carattere strutturale che le pone come un nuovo capitolo della storia di queste stratificazioni culturali.

Nel mese di marzo 2018, nell’ambito del progetto “Nuovi cittadini di una città futura”, grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, ARCI Servizio Civile proporrà a Trieste due appuntamenti che mirano a rimettere in gioco queste diverse componenti, rivolgendosi a tutti i cittadini, in particolar modo alle persone che per motivi diversi hanno avuto meno occasioni di confronto interculturale e di impegno civico all’integrazione, insieme ai giovani e ai nuovi cittadini che ancora non sono entrati in contatto con la diversità.

Giovedì 8 marzo dalle ore 18.00 al Bar Libreria Knulp in via Madonna del Mare 7 proporrà i filmati “District zero”, “The Island of all together” e “Hotel Splendid” che trattano il delicato e scottante tema dei migranti da nuovi e inconsueti punti di vista mentre mercoledì 21 marzo sempre alle ore 18.00 al Polo Giovani in via del Castello 1/3 si terrà un incontro nel corso del quale verranno anche forniti dati e chiavi di lettura per capire il fenomeno delle migrazioni in Italia e in Europa oggi, tra stereotipi, fake news e le condizioni reali di vita reali in cui vivono i migranti e i rifugiati.