ARCI Servizio Civile in Slovenia e Croazia

10-11-2017


ARCI Servizio Civile in Slovenia e Croazia con la comunità italiana
Prenderà inizio lunedì 13 novembre 2017, dopo due mesi di formazione a
Trieste, l’attività all’estero di quattro volontari di ARCI Servizio Civile
nell’ambito del progetto “Culture di Confine”. Due volontari provenienti da
Bari e da Trento e due da Ferrara e Torino prenderanno servizio negli uffici
dell’Unione Italiana, massimo organo rappresentativo della Comunità
Nazionale Italiana in Slovenia e Croazia, rispettivamente nella sede di
Capodistria e Fiume.
Attraverso le scuole, le istituzioni e le associazioni votate alla promozione,
alla diffusione e al mantenimento della cultura e della lingua italiana nella
regione, il progetto si pone l'obiettivo di sviluppare l’integrazione della
minoranza italiana nel contesto multiculturale dell'Istria e del Quarnero,
incrementando le opportunità di scambio fra le diverse comunità, anche
attraverso il potenziamento delle reti di informazione. Le attività del
progetto saranno mirate soprattutto alla diffusione della cultura della
comunità italiana, tramite l'organizzazione di diversi eventi culturali, alla
costituzione di una rete tra maggioranza e minoranza, con la redazione di
articoli, newsletter e comunicati stampa, e allo sviluppo della
multiculturalità nel territorio, attraverso la progettazione europea.